KUGELHUPF o Gugelhupft

kugelhupf 1

Il kugelhupf o Gugelhupft è un dolce lievitato soffice e profumato di origine alsaziana e che per tradizione in alcuni paesi europei viene preparato in occasione delle festività natalizie; in Germania, in Austria, in Svizzera e in Tirolo  lo chiamano così mentre in altri paesi dell’europa dell’est è chiamato Kuglof ma sempre dello stesso dolce si tratta.

Avete presente quando vi fissate con un’idea che poi con il tempo sbiadisce un pochino ma poi basta una foto, una parola o un titolo letto sulla pagina di una rivista o sull’articolo di un blog ed eccola la, l’idea che si era momentaneamente assopita ritorna con tutti i suoi sgargianti colori a frullarvi nella mente?

Ecco, è il mio caso con questo dolce lievitato il Kugelhupf, che già mi aveva stregato con il suo nome per me impronunciabile e intraducibile, per via delle presentazioni fotografiche  poi non ne parliamo… tutti questi popò di ciambelloni alti e svettanti, candidi di zucchero a velo e dall’aspetto gonfio e spugnoso al  punto giusto che solo a vederli pensi che ti sarà impossibile replicare tale sofficità nella tua modesta cucina 🙁

E invece no cari miei, perchè anche se il mio rapporto con i lievitati dolci non è proprio dei migliori, basta chiedere aiuto e voilà! come si suol dire gli amici si vedono al momento del bisogno e così è stato nel mio caso, vero Claudia?  😉  ho chiesto un po’ in giro se qualcuno poteva darmi la ricetta stracollaudata per fare il kugelhupf e subito lei mi ha indicato la sua, che io ho prontamente trascritto e cercato di seguire, ma poi….

Logicamente come ogni brava foodblogger che si rispetti, vuoi non metterci del tuo? e così togli qui, aggiungi là e sostituisci questo o quello, ecco cosa ho attenuto io…

kugelhupf 2

 KUGELHUPF o Gugelhupft

Ingredienti:

  • 370 gr di farina bianca
  • 185 ml di latte
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di burro
  • 2 uova
  • cannella in polvere
  • scorza di un’arancia non trattata
  • 2- 3 cucchiai di mandorle affettate

per il lievitino:

  • 50 gr di farina
  • 30 gr di acqua
  • 10 gr di lievito di birra fresco

Preparate un lievitino impastando  il lievito di birra con 50 gr di farina e 30 gr di acqua, formate una pallina e lasciate lievitare in una ciotola coperta con  pellicola fino al raddoppio.

Mettete il  lievitino nella ciotola della planetaria, aggiungete la metà del latte leggermente intiepidito e pian piano impastando aggiungete lo zucchero, poi alternandoli la farina e il rimanete latte; poi in ordine unite le uova una per volta, la scorza dell’arancia e un pizzico di cannella.

lavorate l’impasto fino a farlo incordare e poi aggiungete un pizzico di sale fino, il burro ammorbidito a temp. ambiente e a piacere delle gocce di cioccolato o dell’uvetta ammollata nel liquore (io ho messo le gocce di cioccolato).

Risulterà un composto morbido ma ben legato, mettetelo in una ciotola, copritelo con della pellicola e lasciatelo lievitare per circa 3 ore fino al raddoppio del suo volume; a questo punto capovolgetelo sulla spianatoia infarinata, ungetevi le mani con un poco di olio e dategli qualche giro di pieghe, poi praticate un foro al centro e trasferitelo in uno stampo da budini o da ciambelle alto almeno 10/12 cm che avrete unto di burro, spolverato di farina e sul fondo cosparso di mandorle a lamelle.

Coprite con pellicola e mettete nuovamente a lievitare fino a che l’impasto non arriverà al bordo dello stampo (ci vorrà circa 1 ora) poi passate in forno a 180° e fate cuocere per 30/35 minuti, estraete il dolce dal forno e lasciatelo raffreddare per mezz’ora prima di sformarlo; servitelo cosparso di zucchero a velo.

kugelhupf 3

PAN DI SPEZIE o pan d’epice

pan di spezie pan d'epice 3Il pan di spezie o pan d’epice è un dolce speziato caratteristico del periodo di Natale ed è di origine alsaziana; morbido, profumato di miele e di spezie è uno di quei dolci che mentre cuociono in forno inebriano tutta la casa e fanno subito natale…

pan d'epice 2 E’  la sera di Natale, quella in cui per tradizione si addobba l’albero e si accendono le candeline per illuminarlo, ma questa sera non c’è nessun albero da addobbare.

La bimba dagli occhi scuri e dai lunghi capelli neri raccolti in grosse trecce, guarda fuori dalla finestra  il sole che sta tramontando, tra un po’ il suo papà tornerà a casa e con la mamma e i suoi due fratelli si siederanno tutti assieme a tavola per cenare e poi aspetteranno che arrivi la l’ora giusta per andare ad assistere alla veglia della messa di mezzanotte in parrocchia. La mamma ha preparato tutto, una cena gustosa seppur modesta, con tanto di dolce fatto di pane raffermo, mele e uvetta. è tutto come gli altri anni, se non fosse per il fatto che manca l’albero da addobbare.

Abitano in un paese di provincia, un paese che si sta lentamente rialzando in piedi dopo essere stato messo in ginocchio da una guerra durata 6 lunghissimi anni, un paese che da la possibilità agli uomini di lavorare e alle coppie di avere una famiglia e di allevare i propri figli con la speranza di un futuro migliore; infatti il papà lavora in una fabbrica, la bimba, sua sorella ed il fratello vanno a scuola e la mamma si dedica alla casa e alla famiglia a tempo pieno.

Lei è la sorella più grande, seguono il maschietto e poi l’altra sorella ma sono tutti e tre divisi da pochi anni uno dall’altro e per questo condividono molto. Anni difficili in cui nascere e crescere quelli, anni di guerra prima e di dopo guerra poi, anni in cui è difficile fare una vita normale, difficile anche trovare le materie prime per mettere insieme pranzo e cena per cinque persone, ma per fortuna il papà ora lavora in fabbrica e questo garantisce loro un minimo di sussistenza mensile su cui contare. Adesso si, il babbo lavora, ma qualche anno fa no; gli avevano proposto di indossare una camicia nera, una semplice camicia come tutte le altre se non fosse per il colore, ma lui ha rifiutato e per questo ha perso il lavoro,ma per fortuna adesso le cose si sono sistemate e così eccoci qui a festeggiare un’ altro Natale tutti assieme, sereno e felice se non fosse per quell’albero che manca.

Dopo aver aiutato la mamma ad apparecchiare la tavola la bimba dagli occhi scuri guarda ancora una volta fuori dalla finestra, ormai è buio ed è quasi l’ora di cena; ad un tratto si sente il portone d’ingresso chiudersi, dei passi decisi su per gli scalini che si fermano davanti alla porta di casa; finalmente è arrivato a casa il papà, la bimba gli corre incontro; ma cosa tiene in mano? non si capisce bene, sembrano rami… ma sì, sono rami di pino! il papà tornando a casa è passato da una famiglia di amici che hanno un grande giardino ed ha portato a casa delle grosse fronde di abete, ora le mette in sesto tutte insieme, le lega con dello spago e le accomoda in modo da farle sembrare un piccolo alberello che infine sistema in un vaso di terracotta.

Finalmente ora non manca nulla: ora c’è anche l’albero da addobbare.  dopo cena tutta la famiglia lo prepara appendendo ai rami frutta secca, fiocchi di lana, stelle di carta e scorze di agrumi essiccate; qualche piccola candelina di cera ed ecco il più bel albero di Natale che si sia mai visto.

La bimba dagli occhi scuri ora è completamente felice.

Buon natale piccola Dorina…

pan di spezie pan d'epice 1La ricetta per fare questo pan di spezie l’ho trovata da LEI ogni volta che vado a trovarla mi perdo tra le sue stupende foto e vengo rapita dai suoi bellissimi racconti e quando ho letto la ricetta di questo dolce ho deciso che dovevo proprio provarlo. Le mie varianti sono la maizena in sostituzione di una parte della farina (per rendere l’impasto più soffice e leggero) e poi la finitura, lei lo ha ricoperto di panna montata, io invece ho preferito il cioccolato fondente ma il risultato non cambia, un dolce morbidissimo e molto profumato che ti accoglie con il suo profumo di anice stellato e ti appaga con la sensazione dolce e vellutata del miele e con il carattere delle spezie.

PAN DI SPEZIE o pan d’epice

Ingredienti:

  • 200 gr di farina 00
  • 50 gr di amido di mais (per me Maizena)
  • 200 gr di miele (per me mielbio millefiori Rigoni di Asiago)
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 100 ml di latte
  • 50 gr di burro
  • 1 uovo
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 3 cucchiaini di mix di spezie per pan d’epice
  • 3/4 cucchiai di marmellata di albicocche
  • 200 gr cioccolato fondente

preparate il mix di spezie per pan d’epice mescolando 1/2 cucchiano per ciascuna di queste spezie in polvere: cannella, anice stellato, chiodi di garofano, noce moscata, zenzero.

versare il mix di spezie in una capiente ciotola ed unire la farina, l’amido di mais, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato, la farina di mandorle ed un pizzico di sale fino, miscelate e lasciate da parte.

ora mettete al fuoco il latte con burro e miele e portate quasi a bollore, lasciate raffreddare un pochino e poi versate nella ciotola dove avete messo il mix di ingredienti secchi, mescolate bene fate raffreddare un po’ e poi per ultimo aggiungete l’uovo leggermente sbattuto.

amalgamate bene e versate il composto in uno stampo per plumcake imburrato e spolverato di farina, passate in forno a 170° e lasciate cuocere per circa 40/50 minuti.

appena sfornate il dolce, toglietelo dallo stampo e spennellate la superficie con la marmellata di albicocche.

quando sarà raffreddato completamente ricopritelo con il cioccolato fondente che avrete sciolto in pentolino a fuoco lento con l’aggiunta di una noce di burro.

BUON NATALE A TUTTI

buon natale e buon anno 2014Anche quest’anno siamo arrivati alla vigilia di Natale e allora eccomi qua a ringraziare tutti voi che passate nel mio angolino di web e che con questo semplice gesto mi date la carica per pubblicare sempre nuove ricette e gli spunti per iniziare nuovi articoli conditi con la giusta dose di chiacchiere :-)

a tutti voi auguro buone feste e lo faccio con questa bella frase sull’amicizia scritta da Richard Bach

“Nessuna distanza materiale potrà mai separarci dai veri amici; se anche solo desideri di essere accanto a qualcuno che ami, ci sei già”     

Buon Natale di cuore a tutti…..   Susanna

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...