CIAMBELLA SOFFICE AL CAFFE’

Provate ad immaginarvi la scena … la sveglia suona, è ora di alzarsi e appena aprite gli occhi  il profumo del caffè vi solletica il naso per favorire il vostro risveglio; così uscite dal letto, andate in cucina per fare colazione e sul tavolo apparecchiato con tazza e piattino vi accoglie anche questa profumata ciambella soffice al caffè. Non è un bellissimo inizio di giornata?

La ricetta di questa torta l’ho trovata nel blog Fables de sucre e dire che è buona è riduttivo; io amo molto i dolci al caffè e questa ciambella è davvero una bellissima e buonissima scoperta.

Dopo la prima, sfornata come prova, ne ho preparata un’altra da portare in montagna dove eravamo stati invitati a passare il weekend come ospiti in casa di amici. L’ho messa appunto sul tavolo della colazione e credo che sia durata poco più di mezz’ora, tanto è soffice e profumata che invoglia alla seconda e anche alla terza fetta.

CIAMBELLA SOFFICE AL CAFFE’

Ingredienti: (per uno stampo di 25 cm di diametro)

  • 230 gr di farina 00
  • 165 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 85 gr di olio di riso (o di semi)
  • 85 gr di acqua
  • 65 gr di caffè espresso
  • 10 gr di caffè liofilizzato
  • 1 bustina di lievito per dolci

Per la glassa:

  • 15 -20 gr di caffè espresso
  • 100 gr di zucchero a velo
  • chicchi di caffè ricoperti di cioccolato per decorare

Per prima cosa preparate la miscela di caffè espresso e caffè solubile, facendo sciogliere per bene quest’ ultimo nel caffè ancora caldo, mescolando con cura e poi lasciate raffreddare completamente.

In una ciotola lavorare le uova intere con lo zucchero con le fruste elettriche fino a farle divenire gonfie e spumose, a questo punto aggiungete l’acqua, l’olio e poco per volta la farina setacciata con il lievito. Attenzione a mescolare con delicatezza, possibilmente con una larga spatola e con movimenti che vanno dal fondo verso l’alto in modo da smontare il meno possibile l’impasto.

Ora unite anche il caffè raffreddato, mescolate nuovamente e versate il composto in uno stampo per ciambelle unto ed infarinato (o se preferite in uno stampo da plumcake).

Passate in forno già caldo a 180° e lasciate cuocere per 35/40 minuti. (fate sempre la prova stecchino).

Quando la ciambella sarà cotta sformatela e mettetela a raffreddare sopra una gratella.

Adesso che la ciambella è completamente raffreddata potete preparare la glassa al caffè: mettete lo zucchero a velo in una ciotolina, mescolando aggiungete poco per volta il caffè espresso freddo fino ad ottenere una cremina semiliquida ma abbastanza densa da non scivolare giù dalla torta. Lasciate la torta sulla gratella ma mettete sotto la gratella un vassoio in modo da raccogliere eventualmente la glassa che colerà. Distribuite la glassa al caffè sulla ciambella e fatela colare lungo i bordi interni ed esterni e poi appoggiate sulla parte superiore i chicchi di caffè al cioccolato. Se non avete o non vi piacciono i chicchi di caffè potete decorare con granella di nocciole o cioccolato a scaglie.

Lasciate che la glassa si asciughi e poi spostate la ciambella sul piatto da portata.

TORTA PARADISO ricetta di base

torta paradiso 2La torta paradiso è una preparazione di base della pasticceria italiana, una torta soffice, che  ha la struttura simile a quella di una torta margherita ma è molto più ricca di burro.

Devo confessare che sono sempre stata molto curiosa fin da piccola, tanto che da bambina mi sono cacciata anche in qualche guaio a causa di questo mio difetto; pian piano però, con il passare degli anni, sono riuscita a gestirlo e a trasformarlo e così questo mio “difettuccio” si è trasformato positivamente in una mia caratteristica.

Questo mi porta spesso ad approfondire gli argomenti che mi interessano o che attirano particolarmente la mia attenzione, come in questo caso della torta paradiso; la scorsa settimana avevo voglia di fare una torta di quelle classiche, quelle torte buone, che profumano di burro  e che sono perfette per iniziare bene la giornata inzuppandole nel latte o spalmandole di marmellata…. insomma fatto sta che ho aperto il mio quaderno delle ricette di casa ed ho scelto di rifare la torta paradiso.

Come sempre, grazie alla ricetta stracollaudata che circola in famiglia da anni, è venuta una meraviglia e mentre me la gustavo mi sono chiesta quali fossero le sue origini, così (grazie a san Google) ho cercato nel web ed ho scoperto che questa torta ha origini pavesi.

Si dice che con molta probabilità il pasticcere Enrico Vigoni modificò una classica ricetta della torta margherita arricchendola appunto in burro e uova ottenendo così la torta paradiso che ancora oggi si prepara nell’omonima pasticceria.

In realtà c’è anche un’altra versione della storia, molto più popolare, che racconta di un fraticello che uscito in segreto dal recinto del convento della Certosa di Pavia in cerca di erbe officinali,  trovò invece una gentile giovane sposa che gli offrì una fetta di torta fatta da lei. Il frate la trovò così squisita che, violando ancora una volta le severe regole del convento, uscì in cerca della gentildonna per chiederle la ricetta della torta, ma purtroppo il priore lo colse sul fatto e lo obbligò a rimanere a vita tra le mura della Certosa. Così al fraticello non rimase altro da fare che provare a rifare la torta e quando finalmente riuscì a replicare la stessa torta che assaggiò dalle mani della giovane sposina, la condivise con i suoi confratelli che la apprezzarono così tanto da battezzarla appunto torta del paradiso.

torta paradiso 1

Insomma, che sia per merito di un  fraticello intraprendente o per l’idea d’innovazione di un bravo pasticcere alla fine dei fatti rimane che tutti noi abbiamo la fortuna di poter gustare la torta paradiso 😉

TORTA PARADISO ricetta di base

Ingredienti:

  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 100 gr di farina 00
  • 100 gr di fecola di patate
  • 6 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • 1 bacca di vaniglia

IMPORTANTE: tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

In una capiente ciotola versare il burro morbido e con una frusta elettrica montatelo a spuma, aggiungete lo zucchero poco a poco e continuate a montare.

Aprite le uova, separate i tuorli dalle uova e tenete da parte solo 3 dei 6 albumi; unite al composto di burro e zucchero un tuorlo alla volta avendo cura di incorporarlo bene sempre con la frusta elettrica, poi profumate con la scorza di limone e con la vaniglia raschiata dall’interno della bacca.

A parte setacciate la farina con la fecola ed i lievito ed iniziate ad aggiungerla a cucchiaiate al resto del composto ma adesso con una spatola non più con la frusta elettrica ( se avete usato una planetaria sostituite la frusta con la foglia K).

Appena le polveri saranno ben incorporate unite gli albumi montati a neve ben ferma, incorporateli mescolando con una spatola  dal basso verso l’alto in modo da smontarli il meno possibile.

Versate il composto in una tortiera con un diametro di 22 cm passate in forno già caldo a 180° e lasciate cuocere per 50 minuti.

Controllate con lo stecchino che il dolce sia cotto prima di sfornarlo, allora toglietelo dallo stampo e fatelo raffreddare sopra ad una gratella.

TORTA AL GRANO SARACENO

torta al grano saraceno 2

La torta al grano saraceno è un dolce di quelli davvero confortevoli, profuma di frutta secca di marmellata e di vaniglia e se scegliamo di iniziare la giornata con una fetta di questa buonissima torta per colazione avremo l’energia e il buonumore per affrontare tutta la giornata che ci aspetta.

torta al grano saraceno 1

Questa volta lo scambio di ricette tra bloggalline mi ha portata nel blog TIMO E LENTICCHIE  di Daniela; lei ha fatto una scelta di cucina verde, vegetariana e vegana ed io che in materia non sono molto informata ho trovato tra le sue proposte tante idee davvero interessanti. La mia scelta è caduta su questa bella torta da colazione o da merenda farcita con la marmellata, preparata con farina di mandorle, di nocciole ed arricchita con farina integrale di grano saraceno, che io tra l’altro non avevo mai usato e deve ammettere che è stata davvero  una piacevole  scoperta.

torta al grano saraceno 3

TORTA AL GRANO SARACENO

Ingredienti:

  • 4 uova
  • 150 gr di burro di soia
  • 120 gr di zucchero di canna
  • 150 gr di farina di grano saraceno
  • 200 gr tra farina di mandorle e nocciole
  • 1 bustina di lievito bio
  • marmellata di frutti rossi (per me fiordifrutta Rigoni di Asiago fragole e fragoline di bosco)
  • zucchero a velo

Mixare tutti gli ingredienti secchi tra di loro, lievito compreso; aggiungere i tuorli d’uovo, mescolare bene ed unire anche il burro morbido.

Amalgamate bene il composto e a questo punto unite anche gli albumi montati a neve ben ferma avendo cura di non smontarli.

Versate l’impasto in uno stampo per torte di  24 cm di diametro unto e spolverato di farina, passate in forno già caldo a 180° e lasciate cuocere per circa 45 minuti.

Sfornate, sformate la torta e lasciatela raffreddare completamente, tagliatela a metà e farcitela con la marmellata.

Spolveratela con lo zucchero a velo e ponete un cucchiaio di marmellata anche al centro sopra la torta.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...