VERRINE CON COMPOSTA DI LAMPONI E FORMAGGIO FRESCO

lamponi e crema di formaggio 2

Queste verrine con composta di lamponi e formaggio fresco sono un trionfo di freschezza; i lamponi freschi inebrianti con il loro profumo si sposano alla perfezione con la crema al formaggio fresco arricchita con scaglie di cioccolato bianco mentre la granella di pistacchi dona al tutto un po’ di croccantezza.

La scorsa settimana ho avuto degli ospiti improvvisi a pranzo; non che la cosa mi spaventi, fortunatamente mi so organizzare e riesco a preparare un buon pranzetto anche con poco preavviso, ma il dessert? volevo preparare qualcosa di originale ma allo stesso tempo che non mi rubasse troppo del poco tempo che avevo a disposizione e tra l’altro uno degli ospiti non poteva mangiare dolci a base di uova…. E ADESSO?!?!

Ho iniziato a cercare in giro nel web dei dessert a base di frutta, in particolare di frutti di bosco visto che il periodo è il migliore per consumarli, e tra le tante proposte ho scelto di provare a rifare una delle ricette proposte in questa pagina delle torte veloci Galbani ; se non ci siete mai passati vi consiglio di farlo, ci sono molte idee carine da replicare.

E perciò ecco a voi le mie verrine con composta di lamponi e formaggio fresco 🙂

(inutile precisare che hanno avuto moooolto successo con gli ospiti a pranzo…. )

lamponi e crema di formaggio 3

VERRINE CON COMPOSTA DI LAMPONI E FORMAGGIO FRESCO

Ingredienti per 3 porzioni:

per la crema al formaggio fresco:

  • 150 gr di formaggio fresco (per me lo spalmabile Santa Lucia Galbani)
  • 200 gr di yogurt bianco intero cremoso
  • 100 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di miele
  • 50 gr di cioccolato bianco
  • vaniglia

per la composta di lamponi:

  • 300 gr di lamponi freschi
  • 120 gr di zucchero
  • 60 gr di granella di pistacchi
  • la scorza di 1 arancio

Per prima cosa preparate la composta di lamponi mettendoli in un pentolino con la scorza grattugiata dell’arancia, scaldate a fuoco vivace e lasciate bollire per circa 5 minuti, poi frullate tutto con un mixer, travasate in un contenitore e lasciate raffreddare completamente.

Nel frattempo preparate la crema al formaggio mescolando il formaggio fresco con lo zucchero, appena lo zucchero si sarà sciolto aggiungete lo yogurt, incorporatelo per bene ed aggiungete il cioccolato bianco ridotto in scaglie, il miele e i semi raschiati dalla bacca di vaniglia.

Travasate la crema in una sac a poche, sigillate e mettete in frigo a raffreddare.

Ora è arrivato il momento di assemblare le verrine; mettete in una piccola sac a poche anche la composta di lamponi e formate uno strato in ognuna delle verrine fino a terminare la composta, adesso fate un secondo strato con la crema al formaggio fresco e terminate con la granella di pistacchi e mettete in frigo a raffreddare fino al momento di servire. Decorate con alcuni lamponi che avrete tenuto da parte ed una fogliolina di menta fresca e portate in tavola.

TORTA PARADISO ricetta di base

torta paradiso 2La torta paradiso è una preparazione di base della pasticceria italiana, una torta soffice, che  ha la struttura simile a quella di una torta margherita ma è molto più ricca di burro.

Devo confessare che sono sempre stata molto curiosa fin da piccola, tanto che da bambina mi sono cacciata anche in qualche guaio a causa di questo mio difetto; pian piano però, con il passare degli anni, sono riuscita a gestirlo e a trasformarlo e così questo mio “difettuccio” si è trasformato positivamente in una mia caratteristica.

Questo mi porta spesso ad approfondire gli argomenti che mi interessano o che attirano particolarmente la mia attenzione, come in questo caso della torta paradiso; la scorsa settimana avevo voglia di fare una torta di quelle classiche, quelle torte buone, che profumano di burro  e che sono perfette per iniziare bene la giornata inzuppandole nel latte o spalmandole di marmellata…. insomma fatto sta che ho aperto il mio quaderno delle ricette di casa ed ho scelto di rifare la torta paradiso.

Come sempre, grazie alla ricetta stracollaudata che circola in famiglia da anni, è venuta una meraviglia e mentre me la gustavo mi sono chiesta quali fossero le sue origini, così (grazie a san Google) ho cercato nel web ed ho scoperto che questa torta ha origini pavesi.

Si dice che con molta probabilità il pasticcere Enrico Vigoni modificò una classica ricetta della torta margherita arricchendola appunto in burro e uova ottenendo così la torta paradiso che ancora oggi si prepara nell’omonima pasticceria.

In realtà c’è anche un’altra versione della storia, molto più popolare, che racconta di un fraticello che uscito in segreto dal recinto del convento della Certosa di Pavia in cerca di erbe officinali,  trovò invece una gentile giovane sposa che gli offrì una fetta di torta fatta da lei. Il frate la trovò così squisita che, violando ancora una volta le severe regole del convento, uscì in cerca della gentildonna per chiederle la ricetta della torta, ma purtroppo il priore lo colse sul fatto e lo obbligò a rimanere a vita tra le mura della Certosa. Così al fraticello non rimase altro da fare che provare a rifare la torta e quando finalmente riuscì a replicare la stessa torta che assaggiò dalle mani della giovane sposina, la condivise con i suoi confratelli che la apprezzarono così tanto da battezzarla appunto torta del paradiso.

torta paradiso 1

Insomma, che sia per merito di un  fraticello intraprendente o per l’idea d’innovazione di un bravo pasticcere alla fine dei fatti rimane che tutti noi abbiamo la fortuna di poter gustare la torta paradiso 😉

TORTA PARADISO ricetta di base

Ingredienti:

  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 100 gr di farina 00
  • 100 gr di fecola di patate
  • 6 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • 1 bacca di vaniglia

IMPORTANTE: tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

In una capiente ciotola versare il burro morbido e con una frusta elettrica montatelo a spuma, aggiungete lo zucchero poco a poco e continuate a montare.

Aprite le uova, separate i tuorli dalle uova e tenete da parte solo 3 dei 6 albumi; unite al composto di burro e zucchero un tuorlo alla volta avendo cura di incorporarlo bene sempre con la frusta elettrica, poi profumate con la scorza di limone e con la vaniglia raschiata dall’interno della bacca.

A parte setacciate la farina con la fecola ed i lievito ed iniziate ad aggiungerla a cucchiaiate al resto del composto ma adesso con una spatola non più con la frusta elettrica ( se avete usato una planetaria sostituite la frusta con la foglia K).

Appena le polveri saranno ben incorporate unite gli albumi montati a neve ben ferma, incorporateli mescolando con una spatola  dal basso verso l’alto in modo da smontarli il meno possibile.

Versate il composto in una tortiera con un diametro di 22 cm passate in forno già caldo a 180° e lasciate cuocere per 50 minuti.

Controllate con lo stecchino che il dolce sia cotto prima di sfornarlo, allora toglietelo dallo stampo e fatelo raffreddare sopra ad una gratella.

TORTA CALIFORNIANA ALLA FRUTTA o crostata morbida alla frutta (ricetta di base)

californiana alla frutta 2La torta californiana alla frutta è una torta morbida e soffice farcita di crema e ricoperta con frutta fresca. Alla prima occhiata potrà sembrare una classica crostata alla frutta ed invece vi sorprenderà piacevolmente per la sua leggerezza e freschezza.

Io adoro preparare (e mangiare 😉 ) torte e dolci preparati con la frutta fresca e questa torta californiana alla frutta è stata una piacevole scoperta, soprattutto perchè la sua base morbida e profumata al limone si sposa alla perfezione con la crema pasticcera che accoglie la frutta fresca di stagione che fa da protagonista.

E così, complice un invito a cena tra amici e la voglia di provare la crema pasticcera del maestro Massari abbinata alla frutta fresca, mi sono messa all’opera ed ho realizzato questa bontà. Inutile specificare che alla cena è stata apprezzata da tutti e che addirittura qualcuno che non mi conosceva, ha avuto il dubbio che l’avessi acquistata in una pasticceria 🙂

Perciò vi consiglio vivamente di provarla, ne rimarrete davvero affascinati e ve innamorerete come me…

californiana alla frutta 1

stampo-crostata-cm-28-fondo-rialzato-320x320

 

L’unica cosa che vi dovrete procurare sarà uno stampo scannellato con il fondo rialzato tipo questo, oppure dovrete preparare una base liscia per poi inciderla e scavarla un pochino per far posto alla farcia.

TORTA CALIFORNIANA ALLA FRUTTA (ricetta di base)

Ingredienti:

per la base

  • 75 gr di zucchero
  • 75 gr di burro
  • 2 uova
  • 150 gr di farina 00
  • 2 cucchiai di latte
  • la scorza grattugiata di 1 limone

per la crema e la copertura

  • 500 gr di tuorli d’uovo
  • 250 gr di zucchero
  • 80 gr di amido di mais
  • 1 litro di latte intero alta qualità
  • 1 bacca di vaniglia bourbon
  • la scorza grattugiata di 1/2 limone
  • frutta a piacere e gelatina per torte o gelatina di frutta

Iniziamo preparando la crema pasticcera così poi sarà fredda; fate bollire il latte in un pentolino assieme alla bacca di vaniglia incisa e la scorza del limone; in una ciotola a parte sbattete con un frusta  i tuorli delle uova con lo zucchero e l’amido di riso.

Appena il latte sarà bollente filtratelo e versatelo sul composto di uova e zucchero mescolate energicamente e poi continuate la cottura della crema a bagnomaria o in una pentola in rame, continuando a mescolare con un frustino di acciaio.

Togliete dal fuoco la crema appena si addensa e fatela raffreddare velocemente versandola in un tegame o in una ciotola fredda e continuando a mescolarla.

Io vi consiglio di prepararla addirittura il giorno precedente e di conservarla in frigorifero, poi basterà qualche colpetto di frusta elettrica per farla ritornare cremosa come appena preparata.

Nel frattempo prepariamo la base: montate bene le uova intere e lo zucchero con una frusta elettrica, appena il composto sarà bello spumoso aggiungete il latte, poi la scorza di limone e da ultima la farina setacciata con il lievito. Versate il composto in uno stampo per crostate con il bordo rialzato, passate in forno già caldo a 160° e lasciate cuocere per 15 minuti circa.

Fate intiepidire il dolce, sformatelo e poi lasciatelo raffreddare sopra una gratella.

Se non avete lo stampo con il bordo rialzato potete utilizzare un normale stampo per crostate e poi eventualmente scaverete un pochino la superficie per creare lo spazio per la farcia.

Quando la base californiana e anche la crema pasticcera saranno completamente raffreddate iniziate l’assemblaggio del dolce. Bagnate leggermente la base con dello sciroppo aromatizzato (trovate la ricetta QUI) oppure con del succo di arancia o di limone zuccherato, ricoprite la superficie con la crema pasticcera, livellatela per bene e poi adagiatevi sopra la frutta fresca mondata e tagliata a fettine o a pezzetti. Ricoprite la frutta con un leggero strato di gelatina per dolci e poi mettete in frigo a raffreddare per qualche ora prima di servire.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...