RISOTTO CON LA ZUCCA


il risotto con la zucca è una delle minestre tipiche da portare in tavola in questo periodo in cui le zucche abbondano, in particolare questa è la versione tipicamente veneta, quella che facciamo da sempre nella mia famiglia; la qualità di zucca più indicata per la preparazione di questo risotto è la zucca marina di Chioggia una pregiata qualità dalla polpa asciutta, compatta e  di colore giallo intenso;

da diversi anni ormai non perdo l’appuntamento di fine ottobre con la fiera dedicata proprio alla zucca che si tiene a Piove di Sacco un paese in provincia di padova, che dedica completamente la sua piazza principale e le strade centrali, alla zucca e a tutte le tradizioni contadine e popolari legate al territorio:  la sagra della “sùca barùca col mocolo impissà”

sùca barùca (sùca santa) in dialetto veneto descrive la classica zucca marina dalla scorza bitorzoluta e cercando nel web informazioni sull’origine della denominazione sembra che il termine derivi dall’ebreo “barùkh” che significa appunto santo, benedetto; la zucca infatti veniva consumata all’inizio e alla fine dei giorni penitenziali , era infatti consuetudine un tempo che le giovani ragazze, dopo aver assistito alle preghiere di supplica, corressero a casa a far la “sùca barùca”  zucca tagliata a pezzetti e soffritta oppure cotta fino a diventare sfatta (sùca desfà).

perciò sùca barùca  sarebbe la zucca gialla con la scorza bitorzoluta invece il “mocolo impissà” sarebbe la candela (mocolo) accesa (impissà) capirete perciò che alla fiera oltre che a gustare la zucca in preparazioni dolci o salate la si trova anche svuotata ed intagliata con al suo interno  il lumino di cera acceso e di solito per questa attività viene organizzata una sorta di gara/laboratorio per i bambini che aiutati dagli adulti creano i loro capolavori.

io per ora mi limito a spolparla per poi preparare le mie ricettine 🙂 e allora adesso prepariamo insieme questo gustoso risotto con la zucca gialla…

nella foto posateria rivadossi

RISOTTO CON LA ZUCCA

ingredienti:

350 gr di riso vialone nano

300 gr di zucca gialla

1 piccola cipolla bianca

1 litro di brodo vegetale

prezzemolo – parmigiano grattuggiato

olio extravergine d’oliva – burro – sale

prima di tutto preparate la zucca priva della scorza e dei semi, tagliatela a piccoli cubetti e poi versatela in una pentola a bordi alti dove avrete fatto leggermente soffriggere la cipolla tritata finemente con un po’ d’olio d’oliva.

mescolate bene e poi continuate la cottura a tegame coperto per almeno una deciona di minuti, fino ad ottenere la zucca ben cotta da poterla ridurre in purea con l’aiuto di una forchetta.

a questo punto versate il riso e fatelo tostare a fuoco vivace rimestando spesso, bagnate don un paio di mestoli di brodo vegetale e regolate di sale.

continuate la cottura per altri 15 – 20 minuti circa sempre aggiungendo il brodo mano a mano che il riso lo assorbe, ma attenzione alla fine dovrete ottenere un risotto dalla consistenza cremosa e non una minestra.

quando il riso sarà cotto spegnete la fiamma e mantecate con una noce di burro, una bella manciata di parmigiano ed un pizzico di prezzemolo tritato finemente.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente CASETTA DI PAN DI ZENZERO per una "befana chic" Successivo BISCOTTI CON LA MARMELLATA

6 commenti su “RISOTTO CON LA ZUCCA

  1. lastufaeconomica il said:

    Buonissima la zucca che con il suo colore ravviva un po’ queste giornate di nebbia, vedi come la natura sa scegliere al meglio.
    Complimenti, è molto invitante.

  2. 🙂 Sai che non sapevo che esistesse la zucca chioggiotta? Amo molto il radicchio,il cavolo verza coltivato nella zona,ma della zucca non lo sapevo.Magari ho acquistato la zucca di Chioggia senza saperlo.
    Grazie per la ricetta ,e grazie per i ricordi che mi ha suscitato.
    Appena si riapre la stagione andrò in visita nella Piccola Venezia.
    Simo.

    • loscrignodisusy il said:

      probabile che tu l’abbia usata senza saperlo, è molto diffusa qui nel nord italia.
      brava mi ero quasi scordata che Chioggia viene chiamata anche “la piccola Venezia” in effetti la ricorda molto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.