TORTA PER LE NOZZE D’ARGENTO

torta nozze d'argento 3Questa torta l’ho preparata in occasione delle nostre nozze d’argento, è una base di pan di spagna bagnato con una bagna al cointreau, farcita di crema pasticcera allo zabaione e gocce di cioccolato e ricoperta di una candida crema al mascarpone con panna.

Essì, io e mio marito lo scorso 13 ottobre abbiamo tagliato il traguardo dei 25 anni di matrimonio…. però…. mi fa così strano a pensarci… a me non pare che siano passati tutti questi anni.

Comunque abbiamo scelto di non festeggiare in maniera classica, ma di regalarci un paio di giorni tutti per noi e siamo “fuggiti” in Toscana e precisamente a Norcia. Non eravamo mai stati in quella zona che per noi è stata una piacevole scoperta, paesaggi mozzafiato, paesi da scoprire e un tradizione culinaria da sogno!

Spero davvero di poterci tornare ancora, magari con qualche altro giorno in più a disposizione così da poterci gustare meglio la zona, ma intanto ci si accontenta 🙂

torta nozze d'argento 2Poi però, una sera ci vengono a trovare i nostri rispettivi fratello e sorella e relativi cognati e nipotini, e ci fanno una sorpresa: ci regalano un voucher per trascorrere un week end in un hotel con tanto di centro benessere e così, visto che all’epoca erano stati loro a farci da testimoni di nozze, ci pareva il minimo contraccambiare con un invito a pranzo.

Cosi una domenica ho preparato il pranzo per tutti noi e la degna conclusione di quel pranzo è stata questa torta per le nozze d’argento, con tanto di sposini originali tolti dalla torta nuziale che avevamo gustato 25 anni prima 🙂

torta nozze d'argento 1

TORTA PER LE NOZZE D’ARGENTO

ingredienti:

per il pan di spagna

  • 5 uova
  • 300 gr di zucchero
  • 150 gr di farina 00
  • 150 gr di fecola di patate

per la crema pasticcera allo zabaione

  • 700 ml di latte intero
  • 300 ml di marsala all’uovo
  • 6 tuorli
  • 150 gr di zucchero
  • 45 gr di farina 00
  • 45 gr di amido di mais (per me Maizena)
  • gocce di cioccolato (facoltative)

per la crema da copertura

  • 500 gr di mascarpone
  • 400 ml di panna da montare
  • 200 gr di zucchero a velo
  • confetti e confettini argentati per decorare

per la bagna al cointreau

  • 500 ml di acqua
  • 150 gr di zucchero
  • 1 bicchierino di Cointreau

Per primo prepariamo il pan di spagna; in planetaria o con una frusta elettrica montiamo le uova intere con lo zucchero fino ad ottenere una massa spumosa e chiara, ci vorranno almeno 15-20 minuti; quando la massa sarà bella gonfia (deve aumentare circa 5-6 volte il volume iniziale) iniziate ad incorporate le polveri (farina e fecola di patate) che avrete setacciato un paio di volte. Mi raccomando, durante questo passaggio dovrete incorporare le polveri mescolando con una spatola dal fondo verso l’alto facendo attenzione a non smontare la massa.

Versate il composto in uno stampo di diametro 26 cm imburrato ed infarinato, passate in forno già caldo a 180° e fate cuocere per 30 minuti circa.

Sfornate, attendete una decina di minuti e poi sformate il pan di spagna e mettetelo a raffreddare sopra una gratella.

Il mio consiglio è di preparare il pan di spagna un paio di giorni prima di servire il dolce e conservarlo in un sacchetto di plastica chiuso.

Ora prepariamo la crema allo zabaione, procederemo come per una normale crema pasticcera solo che metteremo a bollire il latte in una casseruola e il marsala in un’altra;  nel frattempo preparate i tuorli sbattuti con lo zucchero e con le polveri (farina e amido di mais setacciati) poi quando i liquidi saranno bollenti versateli pian piano nel composto di uova,  trasferite tutto in una casseruola e rimettete a cuocere sul fuoco, mescolate in continuazione con una frusta in modo che non si formino grumi e fate bollire per almeno 10-15 minuti. Versate la crema in una ciotola di vetro a raffreddare con della pellicola direttamente a contatto con la superficie in modo che non si secchi. (prima che si rapprenda completamente aggiungete le gocce di cioccolato)

Adesso prepariamo la crema da copertura; montate la panna ben ferma e mettetela da parte; in un’altra ciotola mescolate con cura il mascarpone con lo zucchero a velo, appena otterrete un composto morbido e cremoso, unite la panna montata e mescolate con una spatola dal basso verso l’alto per non smontare il composto; trasferite in un contenitore idoneo, coprite con pellicola e mettete in frigo a raffreddare.

Eccoci arrivati alla preparazione della bagna; mettete l’acqua con lo zucchero in una casseruola, scaldate fino a far sciogliere lo zucchero completamente e poi fuori dal fuoco aggiungete il liquore. Fate raffreddare completamente lo sciroppo prima di usarlo.

Siamo arrivati al momento di assemblare il dolce.

Tagliate il pan di spagna in tre dischi dello stesso spessore e mettete il primo strato sul piatto da portata e bagnatelo abbondantemente con lo sciroppo al cointreau (calcolate che lo userete quasi tutto per bagnare i tre dischi):

Trasferite la crema pasticcera allo zabaione (completamente raffreddata)  in una sac a poche, tagliate la punta in modo da ottenere un foro abbastanza grande e coprite completamente il disco di pan di spagna (usatene circa la metà).

Ora ripetete l’operazione con un’altro disco di pan di spagna (bagnatelo e farcitelo) e poi terminate con un ultimo disco di pan di spagna bagnato con lo sciroppo al cointreau.

Con l’aiuto di una spatola coprite completamente il dolce con uno strato sottile di crema da copertura e trasferite la rimanente crema in una sac a poche che avrete munito di una bocchetta a stella; iniziate a ricoprire il dolce con delle spirali fatte di crema una accanto all’altra, una dopo l’altra con regolarità fino a coprire completamente il dolce; mettete al centro di ogni spirale un confettino argentato e alla base disponete un giro di confetti argentati.

Mettete in frigo per almeno 12 ore prima di servire.

Questo l’interno della torta

strati torta farcita

PAN DI SPEZIE o pan d’epice

pan di spezie pan d'epice 3Il pan di spezie o pan d’epice è un dolce speziato caratteristico del periodo di Natale ed è di origine alsaziana; morbido, profumato di miele e di spezie è uno di quei dolci che mentre cuociono in forno inebriano tutta la casa e fanno subito natale…

pan d'epice 2 E’  la sera di Natale, quella in cui per tradizione si addobba l’albero e si accendono le candeline per illuminarlo, ma questa sera non c’è nessun albero da addobbare.

La bimba dagli occhi scuri e dai lunghi capelli neri raccolti in grosse trecce, guarda fuori dalla finestra  il sole che sta tramontando, tra un po’ il suo papà tornerà a casa e con la mamma e i suoi due fratelli si siederanno tutti assieme a tavola per cenare e poi aspetteranno che arrivi la l’ora giusta per andare ad assistere alla veglia della messa di mezzanotte in parrocchia. La mamma ha preparato tutto, una cena gustosa seppur modesta, con tanto di dolce fatto di pane raffermo, mele e uvetta. è tutto come gli altri anni, se non fosse per il fatto che manca l’albero da addobbare.

Abitano in un paese di provincia, un paese che si sta lentamente rialzando in piedi dopo essere stato messo in ginocchio da una guerra durata 6 lunghissimi anni, un paese che da la possibilità agli uomini di lavorare e alle coppie di avere una famiglia e di allevare i propri figli con la speranza di un futuro migliore; infatti il papà lavora in una fabbrica, la bimba, sua sorella ed il fratello vanno a scuola e la mamma si dedica alla casa e alla famiglia a tempo pieno.

Lei è la sorella più grande, seguono il maschietto e poi l’altra sorella ma sono tutti e tre divisi da pochi anni uno dall’altro e per questo condividono molto. Anni difficili in cui nascere e crescere quelli, anni di guerra prima e di dopo guerra poi, anni in cui è difficile fare una vita normale, difficile anche trovare le materie prime per mettere insieme pranzo e cena per cinque persone, ma per fortuna il papà ora lavora in fabbrica e questo garantisce loro un minimo di sussistenza mensile su cui contare. Adesso si, il babbo lavora, ma qualche anno fa no; gli avevano proposto di indossare una camicia nera, una semplice camicia come tutte le altre se non fosse per il colore, ma lui ha rifiutato e per questo ha perso il lavoro,ma per fortuna adesso le cose si sono sistemate e così eccoci qui a festeggiare un’ altro Natale tutti assieme, sereno e felice se non fosse per quell’albero che manca.

Dopo aver aiutato la mamma ad apparecchiare la tavola la bimba dagli occhi scuri guarda ancora una volta fuori dalla finestra, ormai è buio ed è quasi l’ora di cena; ad un tratto si sente il portone d’ingresso chiudersi, dei passi decisi su per gli scalini che si fermano davanti alla porta di casa; finalmente è arrivato a casa il papà, la bimba gli corre incontro; ma cosa tiene in mano? non si capisce bene, sembrano rami… ma sì, sono rami di pino! il papà tornando a casa è passato da una famiglia di amici che hanno un grande giardino ed ha portato a casa delle grosse fronde di abete, ora le mette in sesto tutte insieme, le lega con dello spago e le accomoda in modo da farle sembrare un piccolo alberello che infine sistema in un vaso di terracotta.

Finalmente ora non manca nulla: ora c’è anche l’albero da addobbare.  dopo cena tutta la famiglia lo prepara appendendo ai rami frutta secca, fiocchi di lana, stelle di carta e scorze di agrumi essiccate; qualche piccola candelina di cera ed ecco il più bel albero di Natale che si sia mai visto.

La bimba dagli occhi scuri ora è completamente felice.

Buon natale piccola Dorina…

pan di spezie pan d'epice 1La ricetta per fare questo pan di spezie l’ho trovata da LEI ogni volta che vado a trovarla mi perdo tra le sue stupende foto e vengo rapita dai suoi bellissimi racconti e quando ho letto la ricetta di questo dolce ho deciso che dovevo proprio provarlo. Le mie varianti sono la maizena in sostituzione di una parte della farina (per rendere l’impasto più soffice e leggero) e poi la finitura, lei lo ha ricoperto di panna montata, io invece ho preferito il cioccolato fondente ma il risultato non cambia, un dolce morbidissimo e molto profumato che ti accoglie con il suo profumo di anice stellato e ti appaga con la sensazione dolce e vellutata del miele e con il carattere delle spezie.

PAN DI SPEZIE o pan d’epice

Ingredienti:

  • 200 gr di farina 00
  • 50 gr di amido di mais (per me Maizena)
  • 200 gr di miele (per me mielbio millefiori Rigoni di Asiago)
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 100 ml di latte
  • 50 gr di burro
  • 1 uovo
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 3 cucchiaini di mix di spezie per pan d’epice
  • 3/4 cucchiai di marmellata di albicocche
  • 200 gr cioccolato fondente

preparate il mix di spezie per pan d’epice mescolando 1/2 cucchiano per ciascuna di queste spezie in polvere: cannella, anice stellato, chiodi di garofano, noce moscata, zenzero.

versare il mix di spezie in una capiente ciotola ed unire la farina, l’amido di mais, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato, la farina di mandorle ed un pizzico di sale fino, miscelate e lasciate da parte.

ora mettete al fuoco il latte con burro e miele e portate quasi a bollore, lasciate raffreddare un pochino e poi versate nella ciotola dove avete messo il mix di ingredienti secchi, mescolate bene fate raffreddare un po’ e poi per ultimo aggiungete l’uovo leggermente sbattuto.

amalgamate bene e versate il composto in uno stampo per plumcake imburrato e spolverato di farina, passate in forno a 170° e lasciate cuocere per circa 40/50 minuti.

appena sfornate il dolce, toglietelo dallo stampo e spennellate la superficie con la marmellata di albicocche.

quando sarà raffreddato completamente ricopritelo con il cioccolato fondente che avrete sciolto in pentolino a fuoco lento con l’aggiunta di una noce di burro.

CUPCAKE NOCCIOLA E CIOCCOLATO con frosting al torrone

cupcake nocciola cioccolato 1

oggi vi propongo dei golosi cupcake profumati di nocciola e cioccolato fondente resi ancor più irresistibili dal frosting cremoso di mascarpone e panna con scaglie di torrone.

i cupcake nocciola e cioccolato con frosting al torrone nascono dalla mia fantasia esclusivamente per presentare a tutti voi la Festa del torrone che si terrà a Cremona dal 15 al 23 novembre 2014.

una festa che interesserà tutta la città e che offrirà al pubblico tante belle iniziative, dalla rievocazione storica che celebra il matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti e di conseguenza l’incontro tra le città di Milano e di Cremona, al palio del torrone; dalla costruzione gigante di torrone , all’assegnazione dell’ambito premio Il torrone d’oro; naturalmente non mancheranno le degustazioni visto che il centro storico per l’occasione si trasformerà in un grande e ricco salone del gusto coinvolgendo tutti i negozi storici della città. per il programma completo dell’evento e informazioni più dettagliate visitate il sito ufficiale della FESTA DEL TORRONE DI CREMONA.

cupcake nocciola cioccolato 2

CUPCAKE NOCCIOLA E CIOCCOLATO con frosting al torrone

ingredienti:

per i cupcakes

  • 125 gr di zucchero
  • 125 gr di burro
  • 80 gr di farina 00
  • 70 gr di farina di nocciole
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di cioccolato fondente in scaglie

per il frosting

  • 250 gr di mascarpone
  • 125 ml di panna da montare
  • 6 cucchiai di zucchero a velo
  • 100 gr di torrone a scaglie (per me il classico alle mandorle di Sperlari)

sbattete energicamente con una frusta a mano le uova con lo zucchero, unite il burro fuso e raffreddato, mescolate e poi aggiungete la farina di nocciole, il cioccolato fondente a scaglie e da ultima la farina setacciata con il lievito.

disponete dei pirottini da forno nella teglia da cupcake, versate in ogni pirottino un poco del composto in modo da riempirli fino a circa la metà.

passate in forno a 180° e lasciate cuocere per 15 minuti.

fate raffreddare completamente e nel frattempo preparate il frosting.

con la frusta elettrica a media velocità fate gonfiare leggermente il mascarpone, aggiungete lo zucchero a velo, fate incorporare per bene e poi unite anche la panna montata.

mescolate con una paletta con movimenti dal basso verso l’alto in modo da accorpare bene tutti gli ingredienti e poi da ultimo unite il torrone a scaglie.

mettete il frosting in una sac a poche e quando i cupcake saranno completamente raffreddati, ricopriteli un ciuffo di crema che poi decorerete a piacere con scaglie di torrone, cioccolato e zuccherini.

cupcake nocciola cioccolato 3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...