PASSATELLI ROMAGNOLI… versione asciutta

Oggi vi presento un classico:  i passatelli romagnoli, ma rivisitati e personalizzati;  infatti la tradizione vuole i passatelli cotti nel brodo bollente in sostituzione alla pasta, ma in questo caso sono stati lessati e conditi come fossero pastasciutta,  e vi assicuro che il risultato è moooolto soddisfacente!

Ho memoria di aver mangiato i passatelli in brodo una sola volta, molti anni fa non mi ricordo neanche da chi, ma mi erano piaciuti, così quando Martina m’invitò a partecipare al “corso di passatelli” non ho esitato neanche un attimo.

Ma meglio iniziare come si deve…..come molti di voi sanno già, faccio parte del grande e colorato forum di giallo zafferano ormai da qualche anno, e da un po’ sono una delle moderatrici;  oltre a postare, provare e chiedere ricette e preparazioni varie, ogni tanto si organizza anche un’incontro più o meno allargato, e così si riesce finalmente a conoscere di persona molti di quei nickname che ci sono così familiari ogni volta che siamo nel forum. appuntamenti fissi ormai, sono l’incontro in redazione a milano che di solito avviene a dicembre, e il raduno a Fano. quest’ ultimo avviene a casa di Martina che nel forum è la nostra coordinatrice, meglio conosciuta come “supermod” e credetemi questo titolo se lo merita tutto!

Quest’anno a Fano c’ero anche io e proprio lì ho imparato in diretta a fare i passatelli……e siccome io avevo letteralmente le mani in pasta   🙂   le foto le ho prese in prestito dalla fotografa ufficiale della giornata.

fatto l’ impasto qualcuno doveva assolutamente provare una caccavella nuova nuova…

poi finalmente arriviamo alla fine dell’impasto

e allora……al pentoloneeeee!!!!!!!

in quell’occasione Martina aveva preparato un sugo con funghi e salsiccia , buonissimo!

Consiglio anche a voi di fare i passatelli romagnoli, credetemi sono di una semplicità unica e sono così buoni…..

PASSATELLI ROMAGNOLI

ecco le dosi che uso per 4 – 6 persone

ingredienti:

  • 4 uova
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 4 cucchiai di farina 00
  • 6 cucchiai di pangrattato bello fine
  • sale, noce moscata grattugiata

per il condimento:

  • 1 conf. di panna da cucina
  • 1 fetta di prosciutto cotto di circa 1 etto
  • 3 – 4 cucchiai di funghi trifolati
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 spicchio d’ aglio, sale, olio evo

Per prima cosa prepariamo il condimento.

Faccio imbiondire nell’olio lo spicchio d’aglio sbucciato, aggiungo il prosciutto cotto tagliato a dadini, lo lascio rosolare e  sfumo con il vino; alla fine unisco i funghi trifolati.

A questo punto aggiungo la panna e lascio insaporire per qualche minuto, e poi metto da parte.

Ora prepariamo i passatelli.

In una ciotola metto il pangrattato, il formaggio , la farina il sale e la noce moscata, miscelo il tutto e aggiungo le uova; ora con una forchetta inizio ad impastare e poi appena gli ingredienti si amalgamano, passo ad  impastare a mano.

Siccome le uova non sono tutte della stessa dimensione dovrete valutare se aggiungere all’impasto altro pangrattato se serve, alla fine la consistenza deve essere simile a quella di una pasta frolla: ne troppo solida, ne troppo morbida. raggiunta questa consistenza prendo un pezzo d’impasto, lo metto nello schiacciapatate e lo strizzo direttamente in acqua bollente salata, attendo che riprenda a bollire, tolgo i passatelli dall’ acqua e li metto a sgocciolare in uno scolapasta.  ho ripetuto l’ operazione fino al termine dell’ impasto.

Conditeli con il sugo preparato in precedenza e serviteli caldi con una generosa manciata di parmigiano grattugiato…..mmmmmm che bontà!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente FILETTO DI SAN PIETRO AL PROFUMO DI ARANCIA E ZAFFERANO Successivo UN PREMIO ALL' ELEGANZA, tra amiche...

9 commenti su “PASSATELLI ROMAGNOLI… versione asciutta

  1. Accidenti, sembrano di un bontá incredibile…
    ero passata a prendere il bannerino cara Susanna, mi sono soffermata a leggere…
    un giorno o l’altro li provo 🙂
    baci baci…
    vado ad aggiungere la foto al link dello Scrigno 🙂
    cari saluti

  2. rosy74 il said:

    Che curiosità questi passatelli !!!!!
    Mi sà che li proverò, avrei una domanda , l’impasto resta morbido ?
    Chiedo per sapere se è il caso di farmi aiutare da mio marito nel passarli allo schiacciapatate . Sai la cucina è territorio mio 😀 non mi và di avere intrusi :D:D
    ma per i passatelli potrei fare un eccezzione 😀
    Grazie e buona serata ciaooooo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.