COSTINE DI MAIALE CON LE VERZE alla veneta

le costine di maiale con le verze sono un gustoso e saporito piatto unico tipico della regione veneto, preparato in un modo tradizionale rovesciando le verze cotte sopra le costine ben rosolate; le verze cotte lentamente, con il tegame coperto, vengono chiamate in dialetto “verse sofegàe” ovvero verze soffocate, perchè pian piano il vapore che si forma “soffoca” le verze che si ammorbidiscono e si afflosciano in modo da risultare a fine cottura morbidissime e saporite.

molti non apprezzano la verza per il suo odore particolarmente intenso e ricco di note sulfuree che si sprigiona durante la cottura, e vi confesso che neppure io le amavo particolarmente quando ero bambina.

poi però si cresce, si cambia e si cambiano anche i gusti in fatto di alimenti e così cose che magari non avremmo neanche lontanamente pensato di assaggiare diventano parte del nostro regolare menu.

a me è successo con le verze ma anche con certi tagli particolari di carne tipo quelli ricchi di cartilagini, oppure con gli aromi intensi come i chiodi di garofano o lo zenzero.

poi un giorno ci si imbatte in un piatto bello e pronto, magari in casa di amici dove si è ospitati a cena, ha un’aspetto invitante ed è pure profumato e così si assaggia….. da quel momento si cataloga una versione nuova e molto gradevole di quella pietanza che magari a casa nostra si cucina in un modo diverso e che al nostro palato non è tanto gradita 😉

ecco perchè mi affascina il mondo della cucina, proprio per questo suo particolare risvolto, secondo me in cucina nessuno inventa niente di sana pianta, si parte sempre da una ricetta di base, si aggiunge, si toglie, si sostituisce o si valuta un diverso tipo di cottura e così facendo si arriva ad un risultato finale diverso ogni volta, alle volte è un risultato positivo altre magari no, ma per me il gioco vale sempre la candela 🙂

ma veniamo al nostro piatto della tradizione veneta le costine di maiale con le verze, la ricetta originale non la conosco alla perfezione, ma so per certo che è interpretabile e personalizzabile con infinite varianti; io per esempio aggiungo alle verze della pancetta perchè mi piace molto trovare tutti quei pezzettini rosolati e gustosi tra la verza cotta e le costine carnose….

COSTINE DI MAIALE CON LE VERZE alla veneta

ingredienti:

800 – 1000 gr di costine di maiale

un paio di spicchi d’aglio

1 bicchiere di vino bianco secco

1 verza di circa 1 kg

2 fettine di pancetta

olio extravergine d’oliva – sale

fate rosolare in una casseruola uno spicchio d’aglio in olio extravergine d’oliva, quando sarà tutto ben caldo adagiate le costine e fatele rosolare a fiamma vivace rigirandole un paio di volte e salandole leggermente, poi bagnate con il vino bianco e dopo averlo fatto sfumare mettete il coperchio, abbassate la fiamma e fate continuare la cottura a tegame coperto per 10 – 15 di minuti.

in un’altra casseruola molto capiente fate rosolare uno spicchio d’aglio in olio, versate la pancetta tagliata a listarelle sottili fate rosolare e da ultima aggiungete la verza tagliata a larghe falde.

siccome la verza è voluminosa vi consiglio di lasciarla abbassare un poco a tegame coperto e poi aggiungete la rimanente in modo da farla stare tutta insieme nella stessa casseruola.

appena si sarà ammorbidita un pochino, bagnatela con un poca di acqua, coprite nuovamente e cuocete per altri 15 – 20 minuti  poi scoprite, regolate di sale e portate a cottura  che sarà quella ideale quando la verza risulterà di colore marroncino ed abbastanza asciutta.

ora torniamo alle nostre costine di maiale…..

scoprite la pentola dove stanno e versateci sopra le verze, rimestate in modo da far insaporire il tutto, assaggiate e regolate di sale;  lasciate la casseruola coperta con la fiamma al minimo per alcuni minuti in modo che i sapori si amalgamino per bene.

servire ben caldo.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente BISCOTTI AL CIOCCOLATO E MANDORLE Successivo BISCOTTI SPEZIATI CON CIOCCOLATO

10 commenti su “COSTINE DI MAIALE CON LE VERZE alla veneta

  1. lastufaeconomica il said:

    “si parte sempre da una ricetta di base, si aggiunge, si toglie, si sostituisce o si valuta un diverso tipo di cottura e così facendo si arriva ad un risultato finale diverso ogni volta”-
    Ecco. è esattamente quello che penso io, per esempio mi piace l’idea di cuocere separatamente le costine e la verza, anzichè insieme come facevo io.
    Così i sapori si mescolano meglio dopo, mantenendo ognuno le proprie caratteristiche.
    Brava.

    • loscrignodisusy il said:

      vedo che siamo sullo stesso binario…. 🙂
      sì infatti io ho sempre fatto le due cose separate, poi le unisco e lascio insaporire così evito i danni causati da tempi di cottura diversi

  2. Certe volte ci basiamo sui vecchi ricordi, ma come hai scritto te i gusti cambiano ed è giusto provare, comunque questa ricetta ovviamente la conosco, e l’hai preparata molto bene, bravissima.

    • loscrignodisusy il said:

      grazie Veeup, in effetti da ragazza molte cose di quelle che ora fanno parte della mia normale alimentazione quotidiana non rientravano neanche lontanamente nella lista dei cibi da consumare. per fortuna si cambia 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.